Sovana - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sovana

Siti Archeologici > Toscana

Comune e provincia:
Sorano (Gr)
Tipologia:
Area Archeologica
Utilizzo:
Necropoli
Civiltà:
Etruschi


Storia:
La scoperta delle tombe di Sovana è avvenuta nel 1843 ad opera di un archeologo inglese S.J.Ainsley che dichiarò di non aver mai visto un luogo come Sovana, con una così alta densità di tombe scavate nella roccia. La grande necropoli è sicuramente una delle testimonianze più suggestive ed importanti che ci ha lasciato questa affascinante popolazione sviluppatasi prima del grande periodo di egemonia di Roma. L’area di Sovana, poco distante dalla Via Clodia, era identificata nel territorio delimitato dalla via Aurelia e dalla via Cassia, arterie di comunicazione principali alle quali il territorio interno si allacciava con una serie di strade e sentieri che seguivano il corso del fiume Fiora. Caratteristica della zona collinare erano e sono le Vie Cave, strade di breve lunghezza ma interamente e profondamente scavate nel tufo, un tempo erano usate come vie di comunicazione tra i piccoli insediamenti e spesso nelle loro vicinanze venivano collocate le necropoli; oggi regalano ai visitatori straordinari ambienti d’incontaminata ricchezza naturalistica. Il parco archeologico si estende praticamente ovunque in tutto il territorio delle Città del Tufo ma è a Sovana, grazie al suo tufo rosso più resistente degli altri di zona, che si trovano le tombe monumentali più importanti. In tutta l’area le necropoli si sviluppano lungo le vallate scavate dai tanti fiumi e torrenti sfruttando la naturale pendenza dei costoni tufacei. Le tombe sono riferibili ad una popolazione che risiedeva nella vicina Sovana tra il VII ed il I sec a.C. le tombe più antiche hanno forme semplici e numerosi loculi, si pensa che siano i sepolcri delle genti che abitavano in piccoli villaggi dediti alla pastorizia. Le tombe più artistiche sono quelle realizzate tra il III ed il II sec a.C. quando Suana aveva acquistato una notevole predominanza economica nella zona.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu