Ostia Antica - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ostia Antica

Siti Archeologici > Lazio

Comune e provincia:
Roma (Rm)
Tipologia:

Area Archeologica
Utilizzo:

Colonia Romana
Civiltà:

Romani

La storia:
Secondo la leggenda, la città venne fondata nel VII secolo a.C. da Anco Marzio, quarto re di Roma, ma le testimonianze archeologiche hanno permesso di stabilire che il primo nucleo – costituito dal "
castrum", cioè una cittadella fortificata – risale al IV secolo a.C.
Nel II secolo a.C. si cominciò a costruire fuori dal
castrum e l’originario centro commerciale cominciò a diventare una vera e propria città. Vennero erette ampie mura per proteggere la popolazione e consentire un maggiore sviluppo. L’aumento della ricchezza e del numero degli abitanti portò a trasformazioni non solo sociali ma anche urbanistiche.
Il foro nacque con la ricostruzione del
Capitolium (un grandioso tempio dedicato a Giove, Giunone e Minerva); si moltiplicarono gli horrea (enormi magazzini e depositi di merci); nel foro si costruirono la basilica, la curia e le terme; con Augusto sorse il teatro. Alle abitazioni di epoca repubblicana si sostituirono ricche case con cortili porticati. L’uso del mattone nelle costruzioni fece nascere insulae (cioè palazzi) di affitto a più piani, vennero progettati (secondo un vero piano regolatore) e costruiti interi quartieri cittadini.
Data la sua natura commerciale, era una città cosmopolita, in cui convivevano persone di diverse razze, lingue, culture, religioni. Ne sono testimonianza i templi dedicati oltre che a divinità locali, a Mitra (persiana), Cibele (frigia), Iside (egiziana). Recente è anche la scoperta di una sinagoga.
Il vero porto di Ostia fu quello costruito da Claudio nel 42 d.C., nei pressi dell’attuale aeroporto di Fiumicino, più tardi ampliato da Traiano. Ostia fu quindi il centro di smistamento dei beni commerciali diretti a Roma, e crebbe in ricchezza e prestigio, fino a toccare il massimo sviluppo con la ristrutturazione urbanistica di Adriano, quando contava oltre 100.000 abitanti.Con il declino dell’impero e le invasioni barbariche, iniziò anche la decadenza di Ostia: la città fu pian piano abbandonata e le sue imponenti rovine finirono interrate. Nel IX secolo d.C. papa Gregorio IV costruì qui un centro abitato, chiamato
Gregoriopoli, al quale si aggiunsero, nei secoli successivi, una torre cilindrica e il bellissimo castello di Giulio II (XV secolo), uno dei primi esempi di architettura militare moderna. Ma dell’antica Ostia si erano perse le tracce.
Gli scavi cominciarono all’inizio dell’Ottocento e proseguono ancora oggi, sebbene molto sia già stato fatto per restituire la città all’ammirazione del visitatore moderno.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu