Lucian Truscott - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lucian Truscott

Biografie

LUCIAN KING TRUSCOTT JR. nacque nella piccola cittadina di Chatfield, in Texas, il 9 gennaio 1895. Fino al 1917 esercitò l'attività di insegnante in diverse scuole dell'Oklahoma allorché, con l'entrata in guerra degli Stati Uniti, si arruolò nell'esercito come ufficiale di complemento. Frequentato il corso per ufficiali di cavalleria, venne assegnato alla riserva come 2nd Lieutenant. Promosso capitano nel 1920, venne assegnato nel 1921 al 1° reggimento cavalleria. Frequentò poi la scuola di cavalleria di Fort Riley, Kansas, e al termine del corso (1926) venne promosso maggiore e si dedicò all'insegnamento nella scuola, compito che svolse sino al 1931. Dopo aver servito sino al 1934 presso il 3° reggimento cavalleria ed essere stato promosso tenente colonnello, frequentò con successo la Command and General Staff School, presso la quale tenne corsi sino al settembre 1940, quando venne assegnato al 13° reggimento corazzato. Dal luglio 1941 servì poi presso lo stato maggiore del 9° Corpo d'armata. Ormai generale, venne assegnato nel 1942 al quartier generale delle Combined Operations retto da Lord Luis Mountbatten. Con l'accordo di George C. Marshall fu quindi incaricato di formare un'unità americana simile ai Commando britannici. Truscott stesso scelse per tale unità il nome di Ranger, rifacendosi ai Roger's Rangers delle guerre indiane del XVIII secolo. Per il comando di tale unità Truscott suggerì il nome di William Orlando Darby. Truscott seguì la formazione e l'addestramento dei Ranger sino al loro, sfortunato, debutto operativo a Dieppe il 19 agosto 1942. Lasciò quindi le Combined Operations per prendere parte, promosso generale maggiore, all'operazione Torch. Sino al marzo 1943 collaborò con Eisenhower come suo aiutante di campo, e assunse poi il comando della 3° divisione di fanteria. Alla testa della 3° divisione di fanteria prese parte alla campagna in Sicilia e, il 18 settembre 1943, condusse la sua unità a Salerno, per rinforzare la precaria testa di sbarco alleata, e partecipò attivamente alle operazioni sul Volturno. La 3° divisione di fanteria venne poi prescelta per l'operazione Shingle e prese terra nei dintorni di Anzio il 22 gennaio 1944. Quando i deludenti risultati dell'operazione apparvero evidenti, Truscott fu prescelto per sostituire il generale Lucas alla testa del 6° Corpo d'armata. Truscott riuscì a resistere con successo a tutti i contrattacchi tedeschi e condusse poi le sue truppe fuori dalla testa di sbarco sino a conquistare Roma (op. Buffalo, 23 maggio - 4 giugno 1944). L'intero 6° Corpo venne poi trasferito alla Settima Armata del generale Alexander in vista del progettato sbarco sulla costa meridionale francese. Il 15 agosto Truscott e il suo corpo sbarcarono tra Saint Tropez e Saint Raphael e in meno di due settimane ottennero la distruzione o la resa delle forze tedesche presenti nella Francia meridionale. Promosso tenente generale, sostituì nel dicembre 1944 il generale Clark al comando della Quinta Armata in Italia di cui diresse con successo le operazioni sino alla fine della guerra. Nell'ottobre 1945 Truscott sostituì Patton al comando della Terza Armata in Baviera sino al suo ritorno negli Stati Uniti (maggio 1946). Nell'ottobre 1947 Truscott lasciò l'esercito e nel 1951 venne nominato alto commissario per la Germania occidentale. Morì a Washington il 12 settembre 1965, dopo avere raccolto in un libro , Command Missions , le memorie delle sue esperienze durante la seconda guerra mondiale. Truscott è unanimemente considerato dalla storiografia contemporanea uno dei migliori e più capaci generali americani della seconda guerra mondiale, un ufficiale ricco di inziativa e determinazione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu