Herdonia - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Herdonia

Siti Archeologici > Puglia

Comune e provincia:
Ordona (Fg)
Tipologia:
Area Archeologica
Utilizzo:
Città
Civiltà:
Romani


Storia:
La città fu un importante centro di produzione di ceramica geometrica daunia. Nel III sec. a.C., in una fase di romanizzazione, si costituì il primo nucleo urbano con strutture difensive e si ebbe una trasformazione dell’intero territorio: sparirono i piccoli centri sparsi, sostituiti da città fortificate alternate a case coloniche e villae. L’area urbana di Herdonia comprendeva circa 20 ettari che furono progressivamente occupati da edifici pubblici e privati. La prima città, distrutta nel 210 a.C., quando Annibale la assediò e incendiò deportandone i cittadini, fu ricostruita nel secolo successivo. Nel I secolo a.C. Herdonia divenne municipio romano e si arricchì di nuovi edifici pubblici. Il massimo sviluppo della città si ebbe tra il I e il III sec. d.C, anche in seguito alla realizzazione della via Traiana, quando è stato stimato che Herdonia contasse una popolazione di 7.000-10.000 abitanti. Nel IV sec. d.C. alcuni terremoti colpirono la città (disastroso fu forse quello del 346), determinando la distruzione di diversi monumenti pubblici che furono abbandonati. La città perse le principali funzioni politiche e giurisdizionali ma continuò ad essere un centro di rilievo nel quale, tra la fine del V e gli inizi del VI secolo, risiedeva un vescovo. Durante l’età altomedievale (VII-X secolo) il centro si ridusse notevolmente e alcune zone urbane furono occupate da spazi agricoli e da sepolcreti. A partire dall’XI secolo all’estremità settentrionale fu costruita una chiesa trasformata, nel XIII secolo, in un castello circondato da un fossato. Il villaggio medievale, e quindi l’antica città romana, fu abbandonato nel XV secolo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu