Gastone Gambara - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gastone Gambara

Biografie

GASTONE GAMBARA, nato nel 1890, entrò nell'esercito nel 1913 come sottotenente degli Alpini, prese parte alla Grande Guerra come comandante di reparti alpini e d'assalto. Venne promosso capitano nel 1916 e, nel 1918, maggiore per meriti di guerra. Nel gennaio 1927 entrò nel corpo di stato maggiore, e nel 1933 divenne capo di stato maggiore della divisione Fossalta. In seguito prese parte alla guerra italo-etiopica come capo di stato maggiore della 1° divisione Camicie Nere 23 Marzo. Promosso al grado di colonnello nel 1937, nell'aprile dello stesso anno venne inviato in Spagna come capo di stato maggiore del Corpo truppe volontarie (CTV). Nel 1938 venne quindi promosso a generale di brigata per meriti di guerra, e assunse il comando del CTV. Nel 1939, promosso generale di divisione, venne nominato ambasciatore d'Italia presso il governo spagnolo, per poi rientrare in Italia nel 1940. Dal giugno 1940 al gennaio 1941 comandò il XV Corpo d'armata che, dopo aver operato sul fronte delle Alpi occidentali contro la Francia, svolse compiti di presidio in Liguria. Nel febbraio 1941 assunse poi il comando dell'VIII Corpo d'armata in Albania, salvo assumere subito dopo la carica di capo di stato maggiore del Comando superiore forze armate in Africa settentrionale. Dall'agosto 1941 Gambara assunse anche (mantenendo il suo incarico) il comando del neocostituito Corpo d'armata di manovra. Nel giugno 1941 venne promosso generale di Corpo d'armata per meriti di guerra, e nel febbraio 1942 lasciò gli incarichi in Africa settentrionale, assumendo in seguito il comando del XIX Corpo d'armata a Bolzano. Dopo un periodo passato presso il ministero della Guerra con incarichi speciali, nel dicembre 1942 assunse il comando dell'XI Corpo d'armata, schierato alla frontiera orientale italiana, nell'Istria-Slovenia, comando che mantenne sino all'8 settembre. Nel settembre 1943 aderì alla RSI e, dati i rapporti esistenti con Rommel dai tempi della guerra in Africa, il 18 ottobre 1943 assunse la carica di capo di stato maggiore dell'esercito. Mantenne la carica fino al 12 marzo 1944, quando venne sostituito dal generale Mischi e passò nei ruoli a disposizione. Alla fine della guerra, il 20 giugno 1945, Gambara venne cancellato dai ruoli con perdita di grado, salvo esservi poi riammesso (con riacquisizione del grado) il 23 febbraio 1952. Morì nel 1962.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu