Archibald Percival - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Archibald Percival

Biografie

Archibald Percival, primo conte Wavell, nacque il 5 maggio 1883 a Colchester, secondo figlio del maggiore (poi maggior generale) Archibald Graham Wavell, da una famiglia di solide tradizioni militari. Diplomato a Sandhurst nel 1900, prestò servizio dapprima in Sudafrica, nel Black Watch, successivamente, a partire dal 1903, in India, dove partecipò alla campagna di Bazar Valley del 1908. Nel 1911, dopo avere frequentato il corso di stato maggiore, fu destinato in Russia come addetto militare, carica che ricoprì per un anno, prima di essere richiamato a Londra, presso il War Office. Durante il primo conflitto mondiale prese parte alla prima battaglia di Ypres, nel giugno 1915 ( durante la quale perse l'uso di un occhio ) guadagnandosi una Military Cross. Successivamente venne assegnato quale ufficiale di collegamento all'Armata del Granduca Nicola, operante in Turchia, nella zona di Erzrum. Nel giugno 1917 era in Palestina e, dal marzo del 1918, con il grado di brigadiere generale, nello stato maggiore dell'Armata di Allenby, insieme alla quale entrò a Gerusalemme il 19 dicembre successivo. Questa esperienza avrà un'importanza particolare nella sua formazione. La stima e l'ammirazione per Allenby resteranno, infatti, tratti costanti nel suo comportamento, e influenzeranno molte delle sue scelte negli anni seguenti, soprattutto per ciò che riguarda i temi dell'utilizzo dei mezzi blindati e della tattica dei raid nella guerra del deserto. Rientrato in patria al termine del conflitto, venne destinato nel luglio 1937 al comando delle truppe operanti in Palestina e in Transgiordania, incarico che mantenne sino all'anno successivo, quando venne rimpatriato e posto a capo del nuovo Comando Meridionale (Southern Command). Allo scoppio del secondo conflitto mondiale ritornò in Medio Oriente, teatro cui la sua immagine è eminentemente legata. In qualità di comandante in capo del nuovo Comando Mediorientale (Commander in Chief Middle East Command), si trovò a gestire, a partire dal giugno 1940, in rapida successione, campagne in Nordafrica, Abissinia, Grecia, Creta, Iraq e Siria, fino a quando, un anno dopo, nonostante i grandi successi iniziali (operazione Compass e conquista dell'AOI), i continui rovesci patiti, soprattutto per mano di Rommel, non ne comportarono la sostituzione con sir Claude Auchinleck. Nominato comandante supremo del Pacifico Sud Orientale (Supreme Commander South East Pacific) si trovò ad affrontare le forze giapponesi in schiacciante inferiorità di mezzi e senza poter contare sull'aiuto dalla madrepatria. I successi furono scarsi, Singapore e la Birmania disastrosamente abbandonati. Nel giugno 1943 giunse ( promoveatur ut amoveatur ) la nomina a viceré di un'India che la Gran Bretagna aveva già deciso di abbandonare. In mancanza di indicazioni coerenti, la sua azione si trascinò fra alti e bassi fino a quando, nel febbraio 1947, l'incarico venne trasmesso a Lord Mountbatten. Rientrato in patria, si ritirò a vita privata, spegnendosi il 24 maggio 1950.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu