Amiternum - MondoStoria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Amiternum

Siti Archeologici > Abruzzo

Comune e provincia:
L'Aquila (Aq)
Tipologia:
Sito Archeologico
Utilizzo:
Città
Civiltà:
Sabini e Romani



Storia:
Amiternum, antica città italica, fondata dai Sabini, prese il nome dal fiume Aterno che l’attraversava. Le sue rovine sorgono oggi a circa 9 chilometri dall’Aquila, anche se il punto d’origine della città era collocato più a nord, sul colle di San Vittorino, successivamente la popolazione si spostò nella conca sottostante dove è oggi situata un’importante area archeologica. La città di Amiternum precede di molto l’epoca romana ed ha continuato a svilupparsi in maniera consistente fino al IV/V secolo d.C. Nel 293 a.C. i romani conquistarono la città, durante la loro espansione nell’Italia centro/meridionale, al termine delle Guerre Sannitiche, la stessa divenne così una prefectura, per passare poi, in età augustea, a municipium. La città ha dato i natali a Sallustio (86 a.C.) uno dei più grandi storici romani ed è stata sede di diocesi insieme alle vicine città di Forcona e Pitinum. Pur essendo sopravvissuta alla caduta dell’Impero Romano, Amiternum, visse un periodo di grande decadenza fino a scomparire completamente nel X secolo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu